giovedì 11 gennaio 2018

Slime fatto in casa!!!!

Bleah!!!


Sono giorni che Matilde mi chiede di comprarle lo slime, ovvero quella "gelatina schifosissima" (come lei la definisce) molto amata dai bambini. Si può toccare con le mani senza sporcarsi, non resta appiccicata, anzi ci si può sprofondare le dita, si può stringere, tirare come un elastico...e perchè no dargli il nome di un mostro in una storia paurosissima da inventare con gli amici!!!

Anzichè acquistare lo slime ho deciso di provare a farlo, così ho fatto ricerca sul web ed ho scoperto una miriade di ricette con ingredienti differenti...una vera "giungla"!!! Pian piano ho scoperto che gli ingredienti base sono: acqua, colla ed una sostanza "attivatore" in grado di conferire la famosa consistenza gelatinosa. Questa sostanza può essere il borace, oppure per esempio il detersivo per bucato. Poi si possono aggiungere altri ingredienti a seconda del tipo di slime che si vuole ottenere, per esempio la schiuma da barba lo rende "fluffoso", il glitter lo rende scintillante!
Vi sono anche ricette che prevedono l'uso di sapone, dentifricio e borotalco.
E' ovvio che borace, colla, schiuma da barba sono tutte sostanze tossiche se vengono ingerite, inoltre la polvere di borace, se inalata, può causare lievi irritazioni. Per tali motivi mi sono orientata verso ricette che utilizzano sostanze naturali per non correre alcun rischio, anche perchè spesso i bimbi più piccoli tendono a mettere spesso le mani alla bocca...

Una ricetta che prevede solo ingredienti naturali richiede questi ingredienti:


  • 30 grammi di fecola di patate (sostanza addensante)
  • 220 grammi di acqua
  • un cucchiaio da tavola di olio di semi
  • qualche goccia di colorante in gel per alimenti (del colore che preferite, perchè sarà il colore del vostro slime)
Versate in una pentola l'acqua e la fecola ed iniziate a mescolare con un mestolo di legno a fuoco medio-basso. Continuate a mescolare finchè il composto non si addensa come vedete dalle foto qui sotto.




Quando il composto è diventato della consistenza gelatinosa tipica dello slime fatelo riposare un pochino e poi versate l'olio e qualche goccia di colorante (io ho scelto il blu) e continuare a mescolare.




Adesso trasferitelo in una ciotolina e lasciatelo raffreddare, perchè se lo toccate quando è ancora un pò calduccio si appiccica alle mani!!!!


Quando si è raffreddato potete  divertirvi a maneggiarlo, il rischio che correrete è soltanto quello di ungervi le mani a causa dell'olio!!!!




Per conservare lo slime riponetelo in un recipiente chiuso e mettetelo in un luogo fresco, perchè se esposto all'aria tende a seccare.

Ah! Dimenticavo!!! la traduzione in italiano della parola slime è limo, ovvero melma, fango...ed anche bava...rende l'idea vero?!
Non è neppure una novità dei giorni nostri perchè è la stessa sostanza che negli anni '80 veniva chiamata "skifidol".

Adesso vi saluto e date vita ai vostri appiccicosissimi slime!!!


Nessun commento:

Posta un commento

L'estate è in arrivo e per il libro sotto l'ombrellone ci sono le mie balenottere segnalibro!!!